header2018 01 rid

Speciale Soci Cruseri

logo floc 2018-2019

Il Cruseri su FB

facebooklogo

Crus Channel TV

YouTube-logo-full color

Calendario

calendario

AMATORI: Cruseri - Stella Rossa 61-54

natale

Dal nostro inviato sul campo:

Il Crus si trovava ad affrontare tra le mura amiche la Stella Rossa non particolarmente brillante ad inizio campionato ma comunque venuta con voglia di fare bene.

I nostri nella prima frazione sembrano avere qualcosa in più e una fuga pare plausibile, ma nel secondo quarto - grazie ad un buon lavoro sotto le plance del numero 17 in maglia rossa e del suo playmaker in grande spolvero - la partita torna in equilibrio e si va alla pausa lunga sul +2 Cruseri.


Nella ripresa la squadra di casa allunga con un paio di giocate dei fratelli Benzoni che infiammano il palaSPIV ed il contributo di un Casali costantemente ai limiti della prestazione balistica perfetta.
Il bonus però viene esaurito presto dai Biancoblu e gli avversari restano aggrappati alla partita grazie ad una serie di tiri liberi...anche se tirati con precisione altalenante.
La partita, nonostante l'arbitraggio molto pacato, si accende un po' e dopo 3 falli antisportivi (fatti più per fermare l'azione di contropiede che per far male) vediamo l'espulsione di Cotti per un fallo di reazione su un guizzo d'altri tempi del nostro Matteino.

Solo negli ultimi minuti ha iniziato a bombardare l'ex Nicola Caroli, ma il divario che era già attorno alla decina di punti di scarto non è variato più di tanto visto che la Stella Rossa si è trovata a dover ricorrere alla disperata tattica del fallo sistematico.


Così i CrusAmateurs portano a casa il bottino pieno ed augurano un Buon Natale al sempre folto pubblico amico!

TABELLINI:

Brunelli 12, Casadio 10, Bernardi 11, Casali 17, Benzoni F. 2, Galassi 2, Adamache 3, Benzoni L. 3, Bartoletti 1.

Allenatore Bendandi

AMATORI: Lugo - Cruseri 64 - 48

Da quello che ci dicono i nostri reporters il titolo dell'articolo poteve tranquillamente essere "CRUSERI STRETTO NELLA MORSA DEL CALDO".

Poi si poteva continuare dicendo: bere molta acqua e non uscire nelle ore centrali del match!

E invece, così per dire, l'arbitro è proprio dovuto uscire dalla palestra - durante l'intervallo - per respirare un po' di aria fresca poichè all'interno si soffocava!

Insomma: un guasto all'impianto di riscaldamento ha reso il campo davvero "infuocato".

CALDISSIMO

Questo non è certo un alibi per spiegare la sconfitta...dal momento che anche gli avversari hanno giocato sullo stesso campo.

Per le prime due frazioni i Biancoblu hanno anche tenuto testa agli esperti padroni di casa restando in partita.

Invece, nel terzo e quarto periodo, il divario non si è mai colmato, la partita è anche divenuta più "fisica" e i Lughesi hanno messo agevolmente la gara al sicuro.

 

Tabellini Cruseri:

Casadio 18, Fusconi 2, Bernardi 9, Casali 9, Brunelli 10

Allenatore Bendandi 

ESORDIENTI: RAGGISOLARIS - CRUSERI 51- 19

Raggisolaris-Cruseri esordienti19-20

I nostri Esordienti si sono confrontati al Campus di Faenza contro i Raggisolaris ed i nostri inviati hanno fornito quanto segue:

I ragazzi sono migliorati...anche se i risultati non sono (per ora) gratificanti: almeno quelli alla fine della partita. Hanno scoperto una discreta coesione di squadra che nelle prime battute dell'incontro li ha incoraggiati ad affrontare l'avversario senza timori e a lottare su ogni pallone, ottenendo il riscontro positivo anche del punteggio oltre che quello del coach. Poi ad un certo punto, come si dice in gergo tecnico, è finito l'ossigeno...

Coach Bendandi (raggiunto dai nostri microfoni) fa eco: "Le nostre foto dovrebbero durare 2 tempi...:-)"

Quello che può aver contribuito ad accusare uno scarto in apparenza schiacciante è sicuramente la consistente imprecisione sottocanestro; in più di un'occasione la palla lambiva l'interno del cesto roteando come impazzita sul ferro per poi uscire.

Le forze avversarie potevano sicuramente contare sulla capacità di emergere, rispetto a tutti i giocatori in forza, di 3 elementi molto validi che - fino a metà del terzo tempo - sono stati contenuti dalla sfiancante marcatura dei nostri.

Poi l'energia del Cruseri si è affievolita ed i Raggisolaris hanno dilagato.

 

Onore agli avversari: Forza Cruseri COMUNQUE!

IL GATTI CHE ALLENA PULCINI E SCOIATTOLI

Il titolo non vuole essere una presa in giro...è piuttosto una constatazione.

Alberto Gatti, è un nuovo acquisto della stagione. Responsabile dei gruppi Pulcini e Scoiattoli. Un arrivo graditissimo e validissimo frutto della collaborazione in atto con il Basket CerviaCesenatico.

Gli abbiamo dato un po' di tempo per ambientarsi e per integarsi ed ora è giunto il momento per qualche domanda per farvelo conoscere. 

Alberto, ci fa piacere averti nello staff Cruseri. Ti va di presentarti?

Si: mi chiamo Alberto Gatti e vengo da Modena. Da 6 anni a questa parte vivo a Ravenna insieme alla mia compagna e alla nostra bambina di 5 anni e 1/2. Lavoro presso Eurocamp Cesenatico dove organizziamo vacanze sportive per ragazzi. Parallelamente al lavoro di ufficio ho sempre allenato squadre giovanili, prima a Modena e poi - da quando sono in Romagna - presso la società di CerviaCesenatico.

Dopo due mesi, quali sono le tue impressioni sulle attività  svolte fin qui?

Come prima cosa devo dire che mi diverto tantissimo in palestra con i ragazzi. Sono stato fortunato: sia i ragazzi che le loro famiglie mi hanno accolto con molto entusiasmo e affetto. Alleno due gruppi (quello dei Pulcini e quello degli scoiattoli)...era da un po’ che non mi occupavo di gruppi così piccoli. Credo fortemente che a volte occorre resettare tutto per vedere le cose da un altro punto di vista ed è quello che sto facendo qui a Cruseri: “ricominciare dall’inizio”!

Da alcune settimane stai facendo promozione del Minibasket all'interno delle scuole elementari. Su cosa punti per incuriosire i bimbi nel venire a provare il Minibasket da noi? Quali sono gli elementi che, in base alla tua esperienza, fanno leva sui piccolini?

Andare nelle scuole è un lavoro impegnativo perché il tempo è sempre limitato e i ragazzi che si trovano a scuola sono molto eterogenei con diverse attitudini fisiche. Io, personalmente, punto sul far sentire tutti importanti e a non discriminare nessuno. Tutti devono avere una palla in mano e avere la possibilità di fare un canestro. Poi c’è chi è più portato e chi meno...ma tutti si emozionano quando fanno canestro e su questo provo a far leva.

AlbertoGatti

  1. Quando sei in palestra con i bimbi, quanto della tua attività fa parte di un programma preparato in anticipo e quanto, invece, affidi all'improvvisazione?

Andare in palestra e fare l’allenatore di ragazzi giovani (e non) è sempre una grossa responsabilità! Nei paesi dell’est, dove la pallacanestro è una religione, gli allenatori con più esperienza allenano i giocatori più piccoli proprio per dare l’imprinting giusto a tutti gli atleti. Qualcuno poi riesce a diventare un  giocatore professionista e altri no ma tutti hanno imparato il modo giusto per lavorare e raggiungere uno scopo. In palestra credo che serva entrare con le idee chiare: per cui la programmazione è fondamentale; ma serve anche essere capaci di leggere le situazioni...estire le emergenze è altrettanto importante. Bisogna insegnare anche l’improvvisazione perché il basket è uno sport di situazione e i bravi giocatori sono capaci di leggerle e adeguarsi.

Confrontando le tue esperienze precedenti con il mondo Cruseri, quali sono le principali differenze?

Sia a Modena che al Basket CerviaCesenatico gli orari di allenamento erano sempre incastrati tra allenamenti di altri gruppi più piccoli o più grandi, quindi i ragazzi erano sempre a contatto con quello che erano stati o con quello che sarebbero diventati in futuro. Questo penso aiuti a sentirsi parte di un progetto o di qualcosa più grande oltre alla propria singola squadra. Questa cosa succede anche qui e gli Scoiattoli forse sono il gruppo che ne può giovare maggiormente.  Gli impianti sia a San Pietro in Campiano che a San Pietro in Vincoli mi sembrano molto adeguati e adatti al tipo di attività sia per quel che riguarda le scuole che per i gruppi di allenamento. Aspetto con ansia l’inizio dell’anno nuovo  quando saranno rese note le date degli incontri del campionato di categoria.

Avresti dei suggerimenti o delle proposte migliorative per noi?

Per il momento sono soddisfatto sia dei gruppi che del lavoro svolto. Forse qualche elemento in più nel gruppo Scoiattoli ci aiuterebbe ad allenarci ancora meglio e ad essere più competitivi ma ci stiamo lavorando andando nelle scuole e facendo promozione.

Quali sono gli istruttori e/o gli allenatori che ti hanno ispirato nella tua carriera?

Leggi tutto...

PRIMA DIVISIONE: CRUSERI - CASTELSANPIETRO 58 - 49

What the hell am I doin' here? I don't belong here ("Creep", RadioHead)

[trad. Cosa diavolo ci faccio io qui? Io non appartengo a questo posto]

Il nostro corrispondente, ci dice che quanto mostrato dal Cruseri ieri sera poco ha a che fare col Basket.

Bisognava vincere e si é vinto: ma giocando il peggior basket della stagione. Tante, tantissime botte da ambo le parti, per una partita che non é mai decollata dal punto di vista tecnico se non nel finale.

pablohoney


Nei primi due quarti si é visto tanto "basket" di bassissimo livello: tanti errori sotto canestro, scelte poco oculate e gioco spesso inventato sul momento. Al rientro dell'intervallo il Cruseri sopra di 10 punti ha faticato molto per i primi 5 minuti per poi dilagare con un ispirato Ballardini e scavare il solco decisivo:+20 a fine terzo quarto.


Nel quarto periodo il pallino del gioco é stato tenuto dal Castelsanpietro, trovando tanti canestri. Unendo questo ai Blackout mentali dei Biancoblu, gli ospiti sono rientrati fno al - 5 a pochi minuti dalla fine.

A questo punton il Crus ha buttato il cuore contro l'ostacolo (non oltre, Ndr...proprio "contro") ed é risucito a sfangare un partita che probabilmente si é rilevata più difficile di quello che doveva essere.
Note di merito: nessuna, non si può giocare solo per 5 minuti e sperare di portare a casa le partite.
Note di demerito: tante...troppe forzature ed errori dovuti a frenesia ingiustificata. Bisogna ritrovare tranquillità e tornare ad esprimere un buon gioco, come visto nelle prime uscite.

U14: sconfitta per il Cruseri dimezzato

Il nostro corrispondente ci sintetizza la gara in poche parole: Grinta, voglia di fare bene, temperamento e atteggiamento giusti; purtroppo il roster era dimezzato e questo non ci ha permesso di giocare il match ad armi pari.

L'auspicio è quello di affrontare le prossime uscite con la squadra al completo e "dire la nostra" con gli avversari.

In bocca al lupo ragazzi!

PRIMA DIVISIONE: CASTELBOLOGNESE - CRUSERI 45 - 66

Gonna rise up, Find my direction magnetically (cit. Eddie Vedder, "Rise")

[Trad.: Mi solleverò, Trovando la mia strada magneticamente]


Partita in quel di castelbolognese che ha dimostrato tutta la voglia che c'era di riscattarsi per la truppa di Bilardo dopo le due sconfitte patite contro i
Baskers Forlimpopoli e i Warriors di Ravenna. I padroni di casa sono un mix di giovani (tanti) e facce conosciute da diversi anni.
La partita si apre all'insegna delle triple: Castelbolognese trova diverse conclusioni, anche contestate che permette di chiudere avanti il primo quarto,
grazie anche alla tripla di tabella sullo scadere.

into-the-wild-eddie-vedder-pearl-jam-cover-album-back

La precisione dall'arco per la squadra di casa va via via scemando con il passare dei minuti e permette al Cruseri di portarsi avanti con un ispirato Conti già ben prima dell'intervallo.
Nel terzo quarto Castelbolognese perde la bussola e il pallino del gioco: tanto nervosismo mentre i Biancoblu continuano in ritmo senza strafare.
Buoni tiri e buone conclusioni.
Nell'ultima frazione l'avversario si scioglie completamente e il Crus dilaga fino al finale +21. Ottima partita, all'insegna della grinta per una partita che metteva davanti un avversario non da sottovalutare, che darà fastidio a tante squadre.

BUONA LA PRIMA PER GLI AQUILOTTI

Aquilotti 2019-20

Il nostro inviato sul campo ci trasmette questa sintesi:

Prestazione di grinta e cuore per gli aquilotti che alla prima di campionato battono di un soffio Cesenatico.

3 tempi vinti, 2 persi e uno in parità. BRAVI!

 

I prossimi appuntamenti stanno man mano comparendo nel calendario qui a fianco in Home page.

AMATORI: Cruseri - Russi 59-42

Amatori 2019-20

Amateur Cruseri - Lovers Russi: insomma tanto Amore in campo!

Scherzi a parte...il nostro corrispondente ci parla di una partita divertente, tosta ma corretta.

Il Cruseri ha guidato la prima frazione mentre i periodi centrali sono stati più equilibrati (con Russi che ha mostrato alcune belle giocate).

Gli ultimi 10 minuti sono stati nuovamente all'insegna dei padroni di casa.

Per i biancoblu è proprio il caso di dire che è stata una gara del "collettivo" con tabellini distribuiti abbastanza uniformemente ed un buon contributo fornito da tutti i componenti.

Segnaliamo, nella truppa di Bendandi, il debutto (non solo in campionato ma, in assoluto, in una partita di basket) di Alan Carlone che ha ben figurato.

Tabellini

Bartoletti 6, Casali 12, Fusconi 8, Galassi NE, Benzoni F., Carlone 3, Casadio 8, Berti 2, Brunelli 12, Adamache 2, Bernardi 6, Benzoni L.. Allenatore Bendandi 

MAMME "RUGBISTE"

Era da un po' di tempo che volevo dare spazio alle mamme dei nostri Mini-Rugbisti.

Mi interessava conoscere un po' più da vicino quali possono essere state le motivazioni per avvicinare i propri figli a questa disciplina e come viene vissuta la logistica attorno ai vari momenti di questo sport.

Alcune mamme si sono rese disponibili per rispondere ad alcune mie domande: Cristina (mamma di Alessandro), Elena (mamma di Aurelio, Alessandro e Amerigo) e Antonella (mamma di Filippo). Ringrazio loro per la cortesia ma ringrazio anche tutte le altre mamme dei nostri Rugbisty che seguono i loro figli in questa affascinante avventura!

Andrea Pezzi: Come siete venute a conoscenza del Rugby? Quali sono stati gli elementi che vi hanno portato a scegliere questo sport?

Cristina: Sinceramente non sapevo molto. Per passaparola siamo venuti a conoscenza dei corsi organizzati dal Cruseri e abbiamo fatto una giornata di prova. Ho apprezzato fin dall’inizio lo spirito di squadra e la possibilità di viverlo con una minore competitività rispetto ad altri sport mantenendo in allenamento un senso più ludico e consono all’età dei miei bambini. 

Elena: Ho trovato un volantino a San Pietro in Vincoli; lo sport mi aveva già incuriosito per l’approccio inglese più formale e “galante” quindi ho chiamato la Daniela e fissato  la prima prova.

Antonella: Siamo venuti a sapere che hai Cruseri facevano Rugby tre anni fa, grazie alle giornate di presentazione che Simona e Federico facevano nelle scuole durante la lezione di ginnastica. Subito mio figlio si è appassionato sia allo sport che ai due allenatori che hanno, secondo me, il giusto approccio con i bambini. Dopo aver provato sul campo all'aria aperta, nonostante freddo/caldo/acqua/fango, l'entusiasmo di mio figlio mi ha convinto che questo è lo sport giusto per lui.

 All blacks

Come ti poni di fronte ad allenamenti/partite svolti all'aperto e conseguenti lavatrici per eliminare segni di erba/fango? So che molte mamme sono terrorizzate da questo....

Cristina: Io sono felice che possano stare all’aperto e nelle giornate di pioggia i miei ragazzi si divertono ancora di più! Le lavatrici non mi preoccupano e una bella doccia calda risolve tutto.

Elena: Non c’è nessuna mamma dei bambini in squadra preoccupata di questo aspetto, io ho tre figli maschi che fanno tutti e tre rugby e più fango c’è più si divertono.

Antonella: Sinceramente non mi sono mai posta il problema del freddo o del fango...anzi gli allenamenti sotto l'acqua a mio parere sono fantastici e devo dire che da quando facciamo Rugby praticamente Filippo non si è più ammalato! Finito l'allenamento una… bella doccia calda nello spogliatoio Cruseri…una lavatrice per i panni sporchi e il gioco è fatto!!!

Pratichi (o praticavi sport)? Conoscevi il Rugby prima di entrare nella Galassia del Cruseri?

C: Purtroppo nessuno. Sono una irriducibile pigra. Come detto sopra sapevo poco o nulla di Rugby.

E: Faccio sport regolarmente e trovo il Rugby uno sport affascinante per lo spirito di squadra che insegna ai nostri figli; il Rugby Ravenna mi era familiare ma ho pensato che la fortuna di avere una società così vicina a casa andasse riconosciuta.


Cos'è che ti piace di più del Rugby? C'è, invece, qualche aspetto che vorresti cambiare?

C: Sono felice che i miei bambini si divertano. Non mi interessa altro.
E: Il particolare affiatamento tra giocatori e la grande fisicità di questo sport che permette anche ai bambini più timidi di potersi esprimere. Al momento non ho trovato nessun elemento da campiare.
A: Considerando che io personalmente ho praticato Nuoto per circa 6 anni (più o meno direi...nel secolo scorso...) e che non avevo idea di cosa fosse il Rugby…devo dire che il senso di rispetto che insegna questo sport, la non-competizione e il mitico terzo tempo dopo i concentramenti (dove i bambini dopo aver giocato l'uno contro l'altro si ritrovano a tavola a ridere e scherzare su quello che è successo in campo) mi hanno portato a credere che la scelta RUGBY si stata quella giusta.

Hai un idolo sportivo?

C: Nessuno in particolare.
E: Sono appassionata di danza classica, ex ballerina, non posso non apprezzare Bolle e il meraviglioso lavoro di diffusione e sensibilizzazione alla danza che sta facendo.

Terzo tempo

Il Terzo Tempo: ormai una costante di questo sport! Come lo vivi? Momento di aggregazione o un’ulteriore fatica nel cucinare “pietanze extra”?

C: È un bellissimo momento di condivisione ed amicizia.

E: È il momento di condivisione di bambini e genitori; abbiamo imparato tanto in questi 2 anni abbondanti! Impariamo dai bambini ad essere spontanei, a guardare una partita bevendoci una birra o uno Spritz, indossando la maglia della squadra sugli spalti.
A: Anche dopo gli allenamenti spesso ci si ritrova per un terzo tempo negli spogliatoi e preparare qualcosa per i bambini non è certo un problema soprattutto vedendo la e voracità con cui mangiano mentre ridono e scherzano tra di loro.

Che cosa dire?

E' un piacere apprezzare lo spirito che descritto da queste mamme che sembra contagiare di entusiasmo tutto il nostro movimento biancoblu della palla ovale! 

Centro Sportivo Tre Ville

centrosportivotreville

Informazioni

A.P.D. "E CRUSERI AD SA PIR"

VIA UNGARETTI n. 12

48125 SAN PIETRO IN CAMPIANO (RA)

P. IVA: 01243460399

Codice: F.I.P. 029937

Telefono: 340 8417101

Mail: info@cruseri.it

I nostri amici

Prossimi Eventi

Nessun evento

 

 logofip  logocsi

 


A.P.D. "E CRUSERI AD SA PIR" | VIA UNGARETTI n. 12 | 48125 SAN PIETRO IN CAMPIANO (RA) | P. IVA: 01243460399 | Codice: F.I.P. 029937 | Telefono: 340 8417101 | Mail: info@cruseri.it