header2018 01 rid

Speciale Soci Cruseri

logo floc 2018-2019

Il Cruseri su FB

facebooklogo

Crus Channel TV

YouTube-logo-full color

Calendario

calendario

AMATEURS in NBA: SIAMO ALLE FINALS!

Ecco la bella news di Franz Pezzi: CRUSERI ALLE FINALS!

E va bene. Ci scusiamo. Lo ammettiamo: non l’abbiamo fatto apposta, la situazione ci è scappata di mano. Sentiamo le critiche, le voci di corridoio, le accuse che volano sotto traccia e ogni tanto affiorano. Ma come, gli amatori che prendono d’assalto l’NBA e fanno pure strada nei playoff fino alla finale di conference nel brutale Ovest? Dev’esserci qualcosa sotto...i risultati devono essere truccati, dev’esserci sotto un giro di tacchette e telefonate da fare impallidire calciopoli! Che calunnie perfide e della peggior specie. Succede sempre così quando una squadra diventa troppo forte: da beniamini di tutti a nemici pubblici numero uno, da squadra per cui non si può non tifare a squadra contro cui non si può non tifare, da icone da incensare a capri espiatori da infangare. Sappiamo che questa è la sorte che tocca a quelli come noi, ma mai ci saremmo aspettati di dovere affrontare questo trattamento ancora prima di avere la possibilità di alzare il Larry O’Brien trophy, addirittura ancora prima di potercelo giocare!

Probabilmente doveva essere così, abbiamo colto di sorpresa tutti e abbiamo mostrato al mondo quello che tutti sapevano, ma fingevano di non vedere: in NBA non si difende. È stato come un ritornello nelle conferenze stampa dei nostri lungo la stagione. Brunelli in particolare, noto non-difensore, è stato uno dei principali portavoce della causa. Farolf e Rido durante la stagione più volte hanno chiesto cambio a coach Filippone, scoraggiati e depressi dalla mancanza di fisicità del gioco NBA che non dava loro nessuno stimolo. Giambo e il Gabro sono stati definiti da numerosi opinionisti giocatori d’altri tempi, due mastini instancabili che negli anni 90 probabilmente avrebbero fatto incetta di minuti e raccolto qua e là un paio di Defensive Player of the Year, ma che la NBA di oggi non è più in grado di esaltare come meriterebbero e come il CSI riesce a fare. E se i nostri difensori non sono valorizzati come si dovrebbe, i “difensori” delle altre squadre contro di noi raramente hanno fatto delle grandi figure. Non abbiamo nessun All-Star in squadra, ma com’è che nessuno riesce veramente a fermarci? Insomma, nessuno lo diceva e ci volevano gli #amateurs per dirlo: IL RE È NUDO!

Una volta che l’hai detto, non resta che continuare a dirlo...pronti, partenza, via e TAAAAC: +33 in gara 1 di finale di conference contro i Golden State Warriors vogliosi di riprenders la NBA dopo un paio d’anni di pausa dai piani alti. Adamache (1.61 m s.l.m.) fa 24 punti in 17 minuti, Casali ne fa 23, Casadio fa doppia doppia e il fattore campo è subito ribaltato. Finisce 132-99.
In gara 2 prendiamo il largo nel secondo tempo, la chiudiamo a 151-127 con quattro giocatori oltre quota 20 e andiamo a giocare le prossime due al PalaCruseri tutti baldanzosi e con la fiducia di chi ha appena fermato una coppia Thompson-Curry stratosferica da 82 punti e 22 triple segnate.
I Warriors si presentano col coltello tra i denti guidati da un Curry indiavolato, che ne mette 40 (dieci triple a bersaglio) e smazza 18 assist. Dei nostri si fanno trovare pronti solo Casadio, Casali, Brunelli e un redivivo Dellaluce, ma non basta e perdiamo 131-123.
Gara 4 è, ahimè, storia simile: un Curry più umano tiene banco, Thompson fa il suo e il rookie Wiseman dà man forte agli splash brothers e il nostro attacco bilanciatissimo (ben sei giocatori in doppia cifra) non basta a impedire ai Warriors di riprendersi il fattore campo. Partita incolore per il rookie dell’anno Stefano Casadio, che avrebbe forse fatto la differenza. Perdiamo di sette punti.


In gara 5 siamo di nuovo al PalaCruseri, ed è un altro sforzo bilanciato di tutta la squadra a permetterci di portarci sul 3-2. Farolfi in modalità scorer ne fa 18 portando a scuola Draymond Green per tredici lunghissimi minuti. La squadra parte presto alla volta di San Francisco, l’aria è tesa, la squadra è in missione.


Gara 6 è un thriller, deboli di cuore astenersi: nel primo tempo nessuno prende il largo, siamo sul +1 alla pausa lunga, poi a fine terzo quarto siamo addirittura +10. Curry, Thompson e Oubre jr. però non ci stanno e ci bucano in tutti i modi nell’ultimo quarto. A fine serata saranno 50 per Curry (altre 11 triple) accompagnati da 27 di Oubre e 25 di Thompson. I riflettori, però, sono tutti per Casali. Sarà la carica di giocare gara 6 con le nostre bellissime divise alternate, sarà l’importanza del momento, sarà che è tutta la vita che si allena per giocare su questo palcoscenico, sarà che non ha ancora mandato giù la mancata convocazione all’All-Star game, sarà che ha tre nodi al fazzoletto, uno per ogni premio che non gli hanno assegnato (Rookie of the Year, Defensive Player of the Year, MVP), fatto sta che quando Thompson mette una tripla per portare i suoi sul +2 a meno di due secondi dalla fine, il nostro non perde la sua compostezza. La rimessa dal lato partorita dal genio di coach Filo è eseguita alla perfezione e Curry può solo guardare impotente un Casali freddo come il ghiaccio che segna allo scadere la tripla del +1, manda a casa una superpotenza cestistica e proietta i biancoblù in finale, tutto sul linoleum del PalaCruseri.

Sarebbe una favola bellissima, ma i festeggiamenti sono pochi: questo non può essere il lieto fine, abbiamo fatto tanta strada e adagiarsi adesso sarebbe da stupidi. Ai microfoni dei giornalisti è Casali stesso a chiarire che c’è ancora della strada da fare, e lo fa senza l’ombra di un sorriso, proprio come fece Kobe nel 2009: JOB’S NOT FINISHED.

NBA: where #amateurs happen

Tabellini

Share

Centro Sportivo Tre Ville

centrosportivotreville

Informazioni

A.P.D. "E CRUSERI AD SA PIR"

VIA UNGARETTI n. 12

48125 SAN PIETRO IN CAMPIANO (RA)

P. IVA: 01243460399

Codice: F.I.P. 029937

Telefono: 340 8417101

Mail: info@cruseri.it

I nostri amici

Prossimi Eventi

Nessun evento

 

 logofip  logocsi

 


A.P.D. "E CRUSERI AD SA PIR" | VIA UNGARETTI n. 12 | 48125 SAN PIETRO IN CAMPIANO (RA) | P. IVA: 01243460399 | Codice: F.I.P. 029937 | Telefono: 340 8417101 | Mail: info@cruseri.it